CIADD NEWS 24... in diretta RADIO e TV

RIETI – Con grande gioia e soddisfazione il Gruppo FAI Rieti è lieto di comunicare che la Ferrovia
del Centro Italia, meglio nota come Terni-Sulmona, è ufficialmente Luogo del Cuore del FAI con
ben 8560 voti, che collocano la storica infrastruttura al primo posto nel Lazio e in Abruzzo e al 27°
a livello nazionale. Il Gruppo reatino, supportato da un comitato spontaneo di cittadini presieduto da
Claudia Cattani degli Amici di Rieti e composto dall’Associazione Culturale Riattivati, dal Rotary
Club Rieti e dall’Associazione Collezionisti “Sabatino Fabi”, ha superato quindi nettamente
l’obiettivo minimo delle 2500 preferenze, ottenendo i numeri necessari per presentare al Fondo
Ambiente e ad Intesa San Paolo un progetto promozionale della linea ferroviaria e delle bellezze da
essa attraversate.
Un traguardo da record, che migliora nettamente il risultato già straordinario di due anni fa
incassato dall’Ospedale Vecchio e dalla Chiesa di Sant’Antonio Abate di Rieti, che chiusero il
censimento dei Luoghi del Cuore con 5515 preferenze, in grado di dare una spinta agli attuali lavori
di riqualificazione di cui attualmente le due strutture stanno beneficiando. Un piazzamento ancor
più significativo se si pensa poi che la candidatura della Ferrovia è stata formalizzata soltanto ad
agosto, e non a maggio, come invece è avvenuto per buona parte degli altri luoghi in corsa a livello
nazionale.
La Ferrovia Terni-Sulmona, inaugurata il 28 ottobre 1883, attraversa Umbria, Lazio e Abruzzo,
consentendo ai viaggiatori di visitare numerosi gioielli dell’Italia Centrale che ancora oggi
conservano un considerevole patrimonio paesaggistico, storico e culturale. La candidatura della
Ferrovia da parte del Gruppo FAI Rieti e del comitato di cittadini è stata voluta proprio con
l’obiettivo di restituire dignità ad una preziosa linea ferroviaria e allo stesso tempo per fare luce
sulle potenzialità turistiche delle aree interne e del cratere. Il censimento dei Luoghi del Cuore è,
infatti, un’importante iniziativa nazionale di sensibilizzazione che, ogni 2 anni, consente ai cittadini
di segnalare e votare luoghi, monumenti e infrastrutture della penisola da non dimenticare.
«Abbiamo puntato sulla Ferrovia del Centro Italia perché siamo sicuri che rappresenti un’ottima
risorsa per il turismo lento – dichiara la capogruppo del FAI Rieti Emanuela Varano – Come hanno
dimostrato i recenti eventi culturali su treno storico, questo mezzo di trasporto può essere definito
un luogo in cui incontrare persone e ammirare paesaggi che cambiano colore con il passare del
tempo e delle stagioni. Ci appelliamo alle istituzioni affinché, come è accaduto per l’Ospedale
Vecchio e la Chiesa di Sant’Antonio Abate, intervengano per valorizzare anche questa
infrastruttura, creando nuove opportunità di lavoro nelle città e nei borghi che costeggiano il tragitto
ferroviario. Desidero, infine, rivolgere i migliori complimenti anche al Gruppo FAI Sabina che, con
3069 voti, è riuscito a trasformare in Luogo del Cuore il Monte Acuziano di Fara Sabina, che
conserva ancora oggi l’Oratorio di San Martino e la Chiesa di Santa Maria Nuova».
I ringraziamenti del Gruppo FAI Rieti

«Nella consapevolezza che i tanti voti ottenuti sono merito di un’ampia collettività, siamo
riconoscenti a tante persone per il concreto sostegno alla nostra raccolta voti. In particolare,
ringraziamo: il comitato spontaneo di cittadini a sostegno della Ferrovia, composto dagli Amici di
Rieti, dall’Associazione Collezionisti “Sabatino Fabi”, Riattivati – Associazione Culturale e Rotary
Club Rieti, i nostri volontari, gli amici abruzzesi della Ferrovia dei Parchi, l’Associazione Le
Rotaie, la Provincia di Rieti e tutte le amministrazioni comunali delle località attraversate dalla
ferrovia, Confcommercio Lazio Nord e CNA Rieti, i Lions e la LILT di Rieti, gli organizzatori del
compleanno del Sentiero Planetario del Monte Terminillo e della Fiera Mondiale del Peperoncino, i
padri della chiesa di San Francesco al Terminillo, i Santuari di Greccio e Fonte Colombo, i
molteplici media nazionali, regionali e soprattutto locali, le scuole del territorio con i loro insegnanti
e dirigenti scolastici, primo su tutti l’ IPSSEOA Istituto Alberghiero Costaggini di Rieti, che sta
lavorando ad un bellissimo progetto didattico sulla Terni-Sulmona, i tanti commercianti, i numerosi
cittadini e turisti e le ulteriori associazioni che, in un’occasione o in un’altra, ci hanno aiutato nella
nostra iniziativa».

(Visited 111 times, 1 visits today)
Invia un messaggio
1
Dir. artistica Emanuela Petroni
Salve, posso esserti utile ?