RIETI – Era il 30 aprile di due anni fa quando il nuovo Gruppo FAI Rieti si presentava alla città nella Sala Consiliare del Comune di Rieti. 730 giorni di attività intensa, tra eventi, iniziative di recupero di luoghi storici e formazione, ma anche di amore per un territorio da scoprire e valorizzare.
Tra le soddisfazioni più importanti ottenute dal Gruppo negli ultimi due anni, ci sono senz’altro i 5515 voti ottenuti, all’interno del censimento de “I Luoghi del Cuore del FAI”, per il recupero dell’Ospedale Vecchio e della Chiesa di Sant’Antonio Abate di Rieti. Un risultato prezioso, reso possibile grazie al contributo di tanti cittadini e volontari che hanno permesso al Gruppo reatino di partecipare al bando del Fondo Ambiente per la riqualificazione di una parte dello storico complesso, su cui la Soprintendenza Archeologica delle Belle Arti ed il Paesaggio ha deciso di investire 750.000 euro.
Bilancio positivo poi anche dall’attività di formazione di giovani volontari e studenti. Dal 2019 ad oggi, il FAI di Rieti ha avvicinato con cura le nuove generazioni alla cultura del bello e dei tesori che la Provincia ha a disposizione, non dimenticando di offrire occasioni di approfondimento su tematiche specifiche, come nel caso delle videoconferenze rivolte agli alunni delle superiori che hanno preso il via a marzo e dureranno fino a giugno.
Il Gruppo FAI di Rieti, guidato da Emanuela Varano, desidera ringraziare tutti coloro che, in questi due anni, hanno espresso il loro supporto alle iniziative proposte. Oggi si festeggia, ma, a partire da domenica 16 maggio, sono già in programma ulteriori eventi, che il Gruppo e i suoi volontari affronteranno con la consueta dedizione e con la voglia costante di migliorarsi.
I canali social del Gruppo FAI Rieti
Instagram: @gruppofairieti
Facebook: “Gruppo FAI Rieti”

(Visited 6 times, 1 visits today)